Il progetto

IMPORTANTE: Sul Portale PagoPA è stata creata una pagina dedicata alle donazioni a favore di questo progetto:
PagoPa – Donazioni per: Il treno della Microbiologia non si ferma

L’unica modalità per DONARE (consentita alle Pubbliche Amministrazioni) è attraverso il nuovo portale PagoPA (si può donare con carte di credito, bonifico, PayPal e altri circuiti).

Per eventuali dubbi non esitate a contattarci scrivendoci a: universitiamo@unipv.it


Il treno della Microbiologia non si ferma

Il 23 gennaio 2020 le autorità di Wuhan decidono di mettere in quarantena tutta la città a causa di una polmonite atipica, che successivamente si scoprirà essere dovuta ad un nuovo Coronavirus.
All’inizio sembra un fenomeno isolato, ma a fine febbraio è proprio il nostro Paese a capire per primo che questo virus è molto più pericoloso di una banale influenza. Tutto il resto è storia (i lockdown, le terapie intensive affollate, le bare di Bergamo, la grande crisi economica) e purtroppo sarà ancora parte del nostro futuro. Solo con la vaccinazione su larga scala potremo finalmente tornare alla nostra vita.
Trascorrere questo ultimo anno in smart working mi ha fatto molto meditare sulla mia vita. A maggio compirò 69 anni ed ho realizzato di non essere invincibile: faccio parte delle categorie a maggior rischio. Quindi mi sono fatta la seguente domanda: se il virus SarS-CoV-2 colpisse la mia persona in modo serio (si può essere ricoverati in terapia intensiva e morire senza il conforto di una persona cara) che rimpianti avrei? La risposta è stata immediata: vorrei aver dedicato più tempo ai mieiaffetti.
Mi sono laureata in Biologia nel 1976 e da allora ho dedicato molto del mio tempo (44 anni) alla ricerca nell’ambito della Microbiologia. Il risultato più importante riguarda lo studio di una nuova molecola antitubercolare attiva sui ceppi multi-resistenti ed ora in sperimentazione clinica sull’uomo con ottimi risultati.
Ho costruito il Laboratorio di Microbiologia Molecolare dove lavorano giovani e meno giovani con grande entusiasmo, preparazione ed autonomia. La mia presenza non è più necessaria, posso scendere dal treno, che comunque continuerà la sua corsa verso altri obbiettivi: il treno della Microbiologia non si ferma. Proprio in questo periodo tutti, politici e cittadini, hanno compreso che le malattie infettive, di origine virale o batterica, non appartengono al passato, ma sono purtroppo ancora attuali. Possono comparire nuovi virus e causare una pandemia, come sta accadendo con la COVID19, ma anche i batteri non scherzano, basti ricordare i patogeni nosocomiali caratterizzati da un fenotipo multi-resistente agli antibiotici.
Il mio contributo alla lotta al Coronavirus è stato quello di fare partire una campagna all’interno della piattaforma Universitiamo che ha permesso di raccogliere 115mila euro (Campagna #IoStoConLaRicerca) che sono stati utilizzati per confinanziare una posizione per un giovane ricercatore.
Alla luce delle considerazioni di cui sopra, ieri, 13 gennaio 2021, ho fatto richiesta di pensionamento.
Nel frattempo ho comunicato la mia decisione ai miei collaboratori ed ho ricevuto tante lettere di affetto. Ne riporto tre:

“Cara Giovanna,
vedere la tua decisione scritta nero su bianco mi ha messo un po’ di malinconia. So che ci pensi da tanto e se hai deciso così sarà sicuramente la scelta migliore per te e la tua famiglia.
Sono anche sicura che potremo continuare a contare su di te.
Spero che potrai essere orgogliosa del lavoro che faremo in futuro grazie ai tuoi insegnamenti.
Grazie davvero di tutto, se sono qui lo devo solo a te!”

“Cara Giovanna,
che triste notizia! Ci mancherai e ci mancheranno i tuoi consigli, la tua grinta e la tua esperienza per guidarci nella ricerca, però quando questa maledetta pandemia sarà finita potrai venire spesso a trovarci.
Immagino che Riccardino sarà felice di avere la nonna a disposizione tutto il giorno!”

“Cara Giovanna,
è una notizia in un certo senso inaspettata, anche se sapevo che prima o poi sarebbe arrivata. Non ti nascondo che mi dispiace perché se ripenso all’inizio di questo percorso c’eri tu e, anche ora, se non fosse stato per te e la tua caparbietà e volontà non sarei qua. Insomma, non sono molto brava in queste cose, ma quello che sto cercando di dirti è che ti sono molto grata per il tuo esempio e per aver creduto in me, anche in momenti in cui io stessa non credevo in me. Questo soprattutto mi mancherà.
Però capisco anche che arrivi una fase della vita in cui sia giusto voler stare con la famiglia e credo che quest’anno abbia insegnato a tutti che non c’è niente di più importante.
Spero comunque che, dopo agosto, ogni tanto ci potremo vedere o che magari tu possa passare di qua per un saluto o un consiglio.”

Non è stata una decisione facile, ma io sono arrivata a destinazione. I ragazzi saranno quelli che mi mancheranno di più, non sentire il loro “salve prof, come va?”, il raccogliere le loro confidenze ed aspirazioni ed indirizzarli nel difficile cammino della vita.
Vorrei poter uscire facendo un regalo proprio ad uno di questi giovani. Raccogliere fondi per il cofinanziamento di un ricercatore, che si occuperà dello studio dei patogeni nosocomiali, quelli che si incontrano negli ospedali, come pure dei patogeni che colpiscono i pazienti affetti da fibrosi cistica. Sarebbe un regalo bellissimo per la mia uscita di scena e un’ottima opportunità per un giovane che si affaccia al mondo della Scienza, in particolare della Microbiologia.
Grazie a tutti quelli che raccoglieranno il mio invito.

Giovanna Riccardi

“Lasciate che vi dica il segreto che mi ha portato al successo. La mia forza risiede soltanto nella mia tenacia.”
LOUIS PASTEUR


Mail di riferimento: giovanna.riccardi@unipv.it

Inserisci l'importo della donazione

Gratuito – Dona

Video

Team

Visualizza CV

Giovanna Riccardi

Professore Ordinario - Direttore del Laboratorio di Microbiologia Molecolare. Dipartimento di Biologia e Biotecnologie. | Capo progetto

Giovanna Riccardi

Professore Ordinario - Direttore del Laboratorio di Microbiologia Molecolare. Dipartimento di Biologia e Biotecnologie. | Capo progetto
E’ stata titolare di diversi progetti di ricerca nazionali ed internazionali soprattutto associati alla tematica della tubercolosi e alla ricerca di nuovi farmaci per combatterla. Attualmente fa parte del comitato direttivo del progetto finanziato dalla Commissione Europea: More Medicines for tuberculosis. Ha numerose collaborazioni internazionali. E' autrice di 91 articoli su riviste internazionali con referees, di 4 capitoli su libro, di diverse comunicazioni a congressi nazionali ed internazionali e di due brevetti.

Donatori

  1. Adele Casnici
  2. SALADINO GIOVANNI FRANCESCO
  3. Alberto Clivio Clivio
  4. Daniela Fiamberti
  5. SABRINA ANTONINO
  6. daniela ridolfi
  7. CRISTINA RONCHI
  8. SOSIO MARGHERITA
  9. Monica Costantini
  10. Nausicaa
  11. Piero
  12. PORTALUPPI LUIGI
  13. Alessandra Zonca
  14. Carla Perotti
  15. Tatiana Braggio
  16. Alberto Clivio Clivio
  17. Martina Ini
  18. Alberto Clivio Clivio
  19. Alessandra Albertini
  20. Enrico Gorini
  21. LAURA PASSERA
  22. ORELLANA LUIS ALBERTO
  23. Fabio Cavagnini
  24. Mattia De Vita
  25. Massimiliano Fenice
  26. Luigi Brega
  27. Valentina Pezzini
  28. Enzo Castellari
  29. ANONIMO
  30. Danilo Presotto
  31. Satwinder Kaur
  32. Pietro Fugazza
  33. Alberto Clivio Clivio
Vedi tutto

Contattaci

Vuoi saperne di più? Contatta il Capo progetto!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Autorizzo il titolare a trattare e trasferire i miei dati personali, anche all’estero. Leggi la privacy policy.

Inserisci l'importo della donazione

DonaContribute